Home  
  
  
    Il micropene
Cerca

Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Complessi maschili
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il micropene

Si definisce micropene un fallo di piccole dimensioni, il cui sviluppo è comunque normale e che, in particolare, è privo di anomalia del canale dell'uretra e presenta un prepuzio anch'esso normale.

Il micropene
© Getty Images

Questa definizione risponde a criteri di misurazione precisi. Il pene deve, quindi, essere misurato e confrontato con i cosiddetti valori "normali" in funzione dell'età. Per un uomo adulto, la lunghezza media del pene è di 11 cm nello stato flaccido, a riposo, e di 15 cm in erezione. In generale, la diagnosi è di micropene se il membro presenta una lunghezza in erezione inferiore a 8-9 cm. Il micropene va distinto dalle dismorfofobie, ossia le rappresentazioni mentali errate del pene che derivano da problemi di carattere psicologico.

Diverse sono le cause alla base di una diagnosi di micropene:

  • Produzione di androgeni (ormoni maschili) insufficiente;
  • Insensibilità dei tessuti agli androgeni;
  • Associazione a malformazioni con o senza anomalia cromosomica.


Tuttavia, non sono attualmente ancora note tutte le cause all'origine del micropene.
Fino all'adolescenza, il trattamento si basa sulla somministrazione di testosterone iniettabile. Successivamente, il trattamento ormonale non ha più alcuna efficacia e deve lasciare il posto alla chirurgia.
Il trattamento chirurgico prevede la sezione del legamento sospensorio del pene, che parte dall'osso del pube e arriva alla radice del pene, e che permette di guadagnare da 1 a 2 cm, una plastica cutanea alla radice del pene e spesso anche una plastica addominale. Infatti, la maggior parte dei giovani adulti dotati di micropene presenta anche un'obesità, per cui l'eliminazione del grasso nella periferia del pene consente di guadagnare lunghezza.
Ciò nonostante, non bisogna aspettarsi miracoli dall'intervento chirurgico perché la lunghezza dei corpi cavernosi (responsabili dell'erezione) non può essere modificata e il risultato estetico sarà sempre limitato.


Dr. Frédéric Staerman

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?