Home  
  
  
    I sintomi dell'impotenza
Cerca

Kamasutra
  • Tutte le posizioni
La disfunzione erettile
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I sintomi della disfunzione erettile

Uno degli incubi della popolazione maschile, insieme al timore di avere il pene piccolo, è quello di soffrire di impotenza, o disfunzione erettile. Parlarne diventa spesso impossibile e l’impotenza viene vissuta anche all’interno delle coppie più stabili come un argomento tabù. Eppure oggi le cure per l’impotenza esistono e sono pochi i casi privi di soluzione. Il primo passo, come per ogni patologia, è riconoscerla a partire dai sintomi. Doctissimo ti svela come riconoscere i sintomi dell’impotenza per porvi rimedio e preservare la propria felicità e quella della coppia.

I sintomi dell'impotenza
© Getty Images

Quando si può parlare di impotenza?

La prima cosa da sapere è che la defaillance di una notte non può essere definita impotenza. Per chi soffre di impotenza, infatti, è impossibile raggiungere o mantenere un’erezione per un tempo sufficiente ad avere un rapporto sessuale soddisfacente per entrambi. Molto diverso il caso di chi ha una vita sessuale felice ma sperimenta per una singola volta la perdita di erezione o la sua mancanza, generalmente a causa di fattori psicologici come lo stress e la stanchezza. A volte anche il luogo dove si svolge l’atto sessuale può influenzare la performance: se per alcuni uomini risulta eccitante farlo in un bagno pubblico mentre qualcuno fuori bussa per l’urgenza della minzione, per altri può essere impossibile avere un’erezione in una situazione del genere. Se si sono superati i 40 anni e si nota che i tempi di ripresa tra un rapporto e l’altro si dilatano, non bisogna preoccuparsi che qualcosa non vada. Con l’avanzare dell’età è normale che tutti i tempi di recupero della persona si allunghino, compreso il cosiddetto periodo refrattario maschile.

Quali sono i sintomi dell'impotenza

Ma allora come capire quando si soffre di disfunzione erettile? Generalmente si può parlare di impotenza quando la defaillance si verifica più di una volta ogni quattro rapporti. Una distinzione importante da fare è tra impotenza primaria, più rara, e secondaria. Mentre nel primo caso il soggetto non ha mai raggiunto un’erezione sufficiente a consumare un rapporto, nel secondo ha alle spalle una vita sessuale serena, che però da un certo momento in avanti non è più andata così bene. Anche se si riesce ad avere l’erezione ma la si perde con la penetrazione, si ricade tra i sintomi dell’impotenza, probabilmente di origine psicologica. L’assenza di erezione mattutina, invece, non è detto sia un sintomo di impotenza, in parte perché con l’età è normale che diminuiscano, in parte perché le erezioni sono legate soprattutto alla fase REM del sonno, quella durante la quale si sogna. Per scoprire se c’è erezione durante il sonno c’è un trucco, richiamato in alcune serie tv, semplice quanto vecchio: prima di addormentarsi basta mettere un anello di carta non troppo resistente intorno al pene. Se al risveglio sarà rotto vorrà dire che l’erezione durante il sonno si è verificata, in caso contrario si è raccolto un indizio che può far pensare alla disfunzione erettile. Se difficilmente l’impotenza si manifesta durante la masturbazione, può invece succedere che si soffra di impotenza “selettiva”, ovvero che la disfunzione si presenti solo con la propria partner. In questo caso la soluzione non sono le scappatelle con altre, ma è necessario lavorare con la terapia di coppia sul rapporto tra i due partner per capire le ragioni profonde della disfunzione erettile.

Prevenire l'impotenza

Per quanto riguarda la disfunzione erettile dovuta a cause organiche e non psicologiche, buona regola sarebbe prevenire il disturbo con regolari visite dall’andrologo e uno stile di vita sano. Per evitarla, infatti, è bene tenere pulite le arterie con una dieta a basso contenuto di colesterolo e alcool. Inutile dire quanto il fumo sia dannoso, mentre praticare regolarmente attività fisica rappresenta un’ottima forma di prevenzione. Per l’impotenza dovuta a cause psicologiche, più diffusa tra i giovani, non ci sono regole di prevenzione, se non quella di avere rapporti sessuali in un contesto molto rilassato insieme a una persona con la quale si ha un rapporto di fiducia e rispetto reciproco.

Giuditta Danzi

Scritto da

Commenta
17/04/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?