Home  
  
  
    L'anorgasmia e i disturbi del piacere
Cerca

Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Disturbi sessuali femminili
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Anorgasmia e altri disturbi sessuali

Quando una donna non prova piacere sessuale, e non raggiunge l'orgasmo, si tende a definirla "frigida". Ma questo termine dovrebbe progressivamente scomparire dal nostro vocabolario. Troppo vago e con una connotazione negativa, esso sottointende la falsa idea di un corpo di donna fredda e rigida. Ma i "disturbi del piacere" costituiscono una realtà molto più vasta.

L'anorgasmia e i disturbi del piacere
© Getty Images

Si parla di "disturbi del piacere" per riferirsi a tutti i gradi di difficoltà nell'attivazione del cosiddetto "ciclo di risposta sessuale".

I diversi tipi di disturbi del piacere

Vediamo qualche esempio:

  • L'uomo che accarezza il corpo della donna non provoca su di lei alcuna emozione, nè eccitazione sessuale. Talvolta le carezze, invece che distenderla provocano in lei una tensione muscolare.
  • Le carezze, se innocenti, sono per lei piacevoli. Quelle sessuali, al contrario provocano in lei una forte repulsione.
  • Le carezze, sessuali e non, sono apprezzatissime dalla partner, che riesce ad eccitarsi ma non riesce a raggiungere l'orgasmo. Si parla allora di anorgasmia.

Si può parlare di un vero e proprio problema sessuale solo nel caso ci si trovi davanti ad una relazione sana, costruita sulla fiducia reciproca, con stimoli sufficenti e appaganti per i due partner. Talvolta tali condizioni, per vari motivi, sono difficili da mettere in pratica dalla coppia. Ci si potrà allora far aiutare da un professionista, un sessuologo o un terapeuta di coppia.

L'impossibilità di ottenere un orgasmo attraverso un rapporto sessuale, senza stimolazione clitoridea, non è risentita come un problema. In effetti le donne possiedono diverse zone erogene e sono relativamente poche (25%) quelle capaci di andare oltre la stimolazione clitoridea per ottenere l'orgasmo.

Alcune donne desiderano provare piacere più per compiacere il proprio partner che loro stesse. Pensando che il proprio partner avrà una pessima opinione di loro nel caso in cui non godano abbastanza. Il rapporto di queste donne con la propria sessualità si fa così sempre più teso, diventando una forte fonte di stress. In tali condizioni è impossibile provare piacere, la donna si sente così obbligata a fingere.

Quali sono le cause dei problemi sessuali?

Perchè una donna, in situazioni decisamente "erotiche", non prova piacere?

Sempre più spesso, questi problemi sono legati a dei conflitti psicologici. Si consiglia allora il supporto di un psicoterapeuta.

Se ad esso è associato un problema di desiderio, esso può, in alcuni rari casi essere legato ad una iperprolattinemia. Ovvero l'eccesso di produzione di un ormone, la prolattina.

Consigli per riscoprire il piacere

Come si fa a capire l'origine del proprio problema? Riuscite a ricreare delle situazioni sessualmente stimolanti? Vi prendete il tempo necessario per i preliminari prima del rapporto?

Ricorda che la sessualità è un'attività ludica che non si può praticare in un'ambito di costrizione. Per saperne di più, leggi il nostro articolo " Si deve accettare tutto nei rapporti sessuali?".

Consulta un sessuologo, ti darà il suo parere e potrà aiutarti a creare o ricreare le condizioni per una nuova sessualità, più soddisfacente.

Un'evento, più o meno traumatico, può essere talvolta all'origine del problema: una nascita, un lutto, uno sconvolgimento della vita quotidiana, etc. Tale cambiamento ha certamente avuto un peso su di te. Se l'armonia sessuale sembra lontana, occorre reinventare la propria sessualità facendo i conti con la persona che sei diventata.

Dr Agnès Mocquard

Commenta
12/09/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?