Home  
  
    La posizione del mulino a vento
Kamasutra
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La posizione del mulino a vento

Le eliche del mulino a vento girano e si muovono al ritmo del vento della passione. Il mulino a vento è una posizione che sa conciliare la dolce intimità degli amanti e il loro lato più selvaggio.

La posizione del mulino a vento
© Alejandro Rodriguez

Il mulino a vento è una delle innumerevoli variazioni della posizione del missionario: le gambe della donna, mimando il meccanismo del mulino, modificano continuamente i punti di contatto del pene e della vagina, e permettono costantemente di scoprire una nuova zona sensibile del vostro sesso: l'uomo proverà delle sensazioni nuove e la donna imparerà a conoscersi meglio. Ma il vantaggio di questa posizione è che può suscitare una tenerezza veramente particolare tra gli amanti.

La donna si stende supina, si appoggia sull'avambraccio, raddrizzando la nuca, con le gambe leggermente piegate; se lo desidera, può mettere un cuscino sotto le natiche in modo da poter sollevare comodamente il bacino e presentare la vagina con l'angolazione che permetterà meglio al suo partner di penetrarla profondamente.
L'uomo si inginocchia sopra di lei e introduce il pene nella vagina. La donna alza alternativamente le gambe piegate, fino all'altezza dei fianchi dell'uomo, sui quali si riposa un attimo facendo «girare le eliche del mulino», proprio come se «pedalasse». Il movimento è regolare e non deve mai interrompersi durante il coito; esso è accompagnato dai movimenti di penetrazione moderati dell'uomo.

Quando la donna piega una gamba poggiandola sul petto e lasciando l'altra quasi completamente tesa sul letto, l'apertura della vagina si stringe; il pene viene respinto, obbligando così l'uomo a dare un colpo più deciso per poter rimanere all'interno della cavità. Se lo desidera, la donna può contrarre il perineo, stringendo ancora di più il pene dell'amante e provocando dei contatti ancora più intimi tra il pene e la parete vaginale. Quando le gambe della donna s'incrociano in aria, il suo bacino si sposta leggermente e lo sfregamento del pene sembra più dolce per entrambi, mentre l'eccitazione dell'uomo si intensifica. Poi la vagina si allarga nuovamente, quando una delle gambe si trova nella posizione più alta mentre l'altra è a riposo; il pene penetra più profondamente entrando per un istante a contatto con la parte più profonda della cavità vaginale.

Nella posizione del Mulino a vento, la lubrificazione avviene in modo naturale, anche se, inizialmente si consiglia di bagnare il pene con la saliva affinché possa scivolare più facilmente nel sesso femminile. Il clitoride invece, non viene affatto sollecitato: sta all'uomo stuzzicarlo, eventualmente, con le dita umide, mentre la donna, instancabile, continua a pedalare. Quando l'eccitazione dei partner è al massimo, le sensazioni di ognuno di loro sono estremamente dolci; l'uomo, fino ad ora semi-passivo, può adesso accelerare i movimenti di penetrazione. L'eiaculazione improvvisa dovrebbe provocare un orgasmo congiunto dell'uomo e della donna.

Il mulino a vento è una posizione che sa conciliare la dolce intimità degli amanti con un lato più selvaggio e “spinto”, il che lo rende perfetto per una coppia affiatata e che ama alternare alle posizioni più classiche e soft un momento di puro istinto selvaggio!

Anaïs Barthélémy

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?