Home  
  
    La posizione dell'altalena
Kamasutra
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La posizione dell'altalena

Non c'è bisogno di mobili particolari per questa altalena, basta lasciarsi andare alla propria voglia di far l'amore. Lasciate solo che i vostri sogni dondolino al ritmo del vostro piacere. E come l'altalena si slancia verso l'alto grazie ai vigorosi colpi di fianchi, così questa posizione vi farà fremere di piacere, quel piacere raggiunto con l'ondeggiare dei corpi caldi e suadenti.

La posizione dell'altalena
© Alejandro Rodriguez

Nella posizione dell'altalena, la donna è sopra all'uomo e di schiena. Lui, stando seduto, stende le gambe aprendole leggermente, inclina il busto verso dietro appoggiandosi sulle mani collocate dietro lui, con le braccia appena piegate. La donna si inginocchia su di lui, con le gambe piegate e collocate all'esterno delle cosce dell'uomo, e con una mano guida il pene verso la vagina.

Durante il coito, i due partner giocano lentamente ancheggiando, imitando così il movimento che si fa per dondolarsi; la donna, con il busto inclinato in avanti, con le mani che si aggrappano alle cosce dell'uomo, accompagna con naturalezza i colpi di bacino con delle rotazioni di spalle, offrendo così lo spettacolo affascinante dell'ondulazione del suo corpo.

Ogni volta che si inclina, la donna trascina il pene che si muove nella sua vagina. I movimenti dell'uomo sono limitati, e non fanno altro che sollevare leggermente il bacino, piegando allo stesso tempo le gambe per accompagnare il suo dondolìo; grazie a ciò, si esercita una pressione del suo pube contro quello della donna, provocando nei partner un'eccitazione piacevolissima. La donna può raddrizzarsi con la schiena, poi chinarsi di nuovo, poi erigersi ancora una volta, lasciandosi guidare dalle proprie sensazioni e abbandonandosi al piacere.
Data la sua posizione, non può contare sullo sguardo per quantificare l'intensità del piacere dell'uomo; tuttavia, è guidata dai suoi gemiti o i suoi rantoli di piacere, così come dalla rigidità del pene.

L'uomo, avendo bisogno di appoggiarsi sulle mani per mantenere l'equilibrio, non può esprimere il suo amore attraverso le carezze: il carattere particolarmente sessuale e fisico del rapporto tra i due amanti, accentua le loro percezioni, che si concentrano sul basso ventre, diventato l'unica fonte di godimento.

Per perfezionare il piacere, la donna può accarezzare il clitoride ed il suo monte di Venere contemporaneamente ai testicoli del suo partner, o stimolare la base del pene, stringendolo, per esempio, nell'anello formato dal suo pollice ed il suo indice.
È possibile apportare numerose variazioni a questa posizione, che ha la particolarità di condurre al godimento attraverso movimenti impercettibili. L'importante non è seguire alla lettera la descrizione di questa posizione, ma piuttosto di inventare la vostra altalena.

La posizione dell’altalena conduce ad una profonda penetrazione e ad una stimolazione intensa. Perfetta per l’uomo un po’ pigro, e per donne particolarmente atletiche, questa posizione è faticosa ma permette alle partner di giocare con la fantasia e di dominare interamente l’andamento del rapporto.

Anaïs Barthélémy

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?