Home  
  
    La posizione del pestello
Kamasutra
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La posizione del pestello

Benché difficile da compiere per l'uomo, questa posizione consente una maggiore creatività nell'unione sessuale. È quasi una magia… Evocando il ritmo cadenzato di un usanza millenaria, il Kamasutra risale il corso del tempo per ritrovare l'autenticità delle antiche pratiche sessuali.

La posizione del pestello
© Alejandro Rodriguez

Tecnica ancestrale praticata fin dagli albori dell'umanità, l'uso del pestello consiste nel ridurre in polvere qualsiasi sostanza con l'ausilio di un mortaio. La posizione sessuale dallo stesso nome vi si associa per la brutalità dello sforzo compiuto, ma si distingue per l'estrema raffinatezza dell'atto sessuale in tale posizione.

Per soddisfare la partner, l'uomo dovrà calarsi nei panni di un cavaliere servente. Inginocchiato sulla gamba destra, tenendo il piede sinistro dritto davanti a sé, avanza verso la compagna, che l'aspetta distesa sul dorso al centro del letto con le gambe divaricate. È così che l'uomo le dichiarerà la sua fiamma ardente.

Per aiutarsi lei può tenersi con una mano a un angolo del letto e tenere una gamba sull'altro. Essa facilita così la penetrazione, che non è molto agevole per lo spasimante, costretto a mantenere una posizione scomoda durante l'atto.

Il piacere potrà variare a seconda della poiszione. La donna piegherà le gambe, distesa su guanciali e cuscini, stringerà le cosce mentre l'uomo proverà a tenere le gambe divaricate. Le sensazioni per i due partner saranno raddoppiate dalla stretta del sesso femminile.

Grande o piccolo che sia il mortaio, l'uomo farà in modo, sebbene non sia agevole, di portare a fondo i colpi del pestello. Quando vi riesce, l'unione sessuale assume un andatura quasi da cerimoniale.

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?