Home  
  
    La posizione dello scrigno
Kamasutra
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La posizione dello scrigno

Dissolutezza e contemplazione si associano volentieri alla relazione amorosa. Nella posizione dello scrigno, non c'è bisogno di essere sportivi ma solo teneri e sensuali! La stretta dello scrigno è particolarmente rassicurante nei primi giorni della relazione, quando il sesso è fonte di apprensione tra i due amanti.

La posizione dello scrigno
© Alejandro Rodriguez

La stretta dello scrigno è particolarmente rassicurante nei primi giorni della relazione, quando il sesso è fonte di apprensione tra i due amanti.

In questa posizione, entrambi i partner sono distesi sul fianco, a faccia a faccia. Prima della penetrazione si baciano ed esplorano i loro corpi; le lingue si cercano, leccano il ventre e il sesso dell'altro, stuzzicano i capezzoli; le mani si uniscono o vanno a scoprire gli angoli di pelle più teneri; le dita stimolano il clitoride e il monte di Venere, i testicoli e il pene fino a quando entrambi gli organi genitali, al parossismo del desiderio, non resistono più e si fondono nella penetrazione.

L'uomo, con una gamba stesa sul letto, piega l'altra e la fa scivolare sulla gamba d'appoggio della donna, anche lei distesa; si ritrovano così coscia contro coscia. La donna solleva l'altra gamba e la piega facendo cadere il ginocchio piegato sul fianco del partner. In questo modo i due partner, con le gambe intrecciate in una posizione quasi simmetrica, rinchiudono le loro parti genitali in uno scrigno protettore.

Quando l'uomo penetra la donna lo fa dolcemente, poiché in questa posizione la vulva è solo semiaperta e l'accesso della vagina è stretto.
Può continuare a giocare con il pene e eccitare ancora di più il clitoride, restando ai confini della vulva mentre le labbra si baciano e le braccia si intrecciano.

Del resto, se l'uomo si sposta leggermente verso la parte superiore del letto, il contatto del pene con il clitoride sarà ancora più intimo.
Probabilmente la donna darà a vedere il suo impaziente desiderio di godimento accentuando i movimenti dei fianchi; l'uomo allora, la penetrerà più profondamente oscillando il ventre e le natiche.

In questa posizione, né l'uno né l'altra restano veramente immobili; l'espressione del desiderio prima, e del piacere poi, è resa più fine. Data la chiusura della vagina, l'intensa frizione del pene durante il coito offre all'uomo delle sensazioni intense che portano immediatamente all'eiaculazione; la donna, invece, sente voluttuosamente lo sfregamento contro la parete interiore delle labbra e accede talvolta, e proprio per questo, all'orgasmo.

Anaïs Barthélémy

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?