Home  
  
  
    Riappropriatevi del vostro piacere
Cerca

Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Masturbazione maschile
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Riappropriatevi del vostro piacere

Tutti gli uomini ammettono di essersi masturbati durante l'adolescenza, ma sono più reticenti nel riconoscere di avere praticato sesso solitario in età adulta. Esistono inoltre moltissime varianti della tecnica classica, che consentono di raggiungere il piacere o di imparare a controllare il proprio orgasmo.

Riappropriatevi del vostro piacere
© Getty Images

La quasi totalità degli uomini esegue una manipolazione manuale del pene accarezzandolo e facendo scivolare la pelle con un movimento ritmico dal basso verso l'alto. Spesso il gesto non provoca lo scopertura completa del glande. Ciò che varia da un uomo all'altro sono la rapidità e il ritmo del movimento ma la superficie che viene mossa dalla mano, oltre che la forza della presa. Alcuni uomini preferiscono invece la pressione al movimento e altri che si accarezzano solo una parte del pene, in particolare la superficie ventrale situata vicino o sotto il frenulo.
Altri ancora si limitano a stimolare il glande. Le carezze e le manipolazioni dei testicoli accompagnano spesso la masturbazione. Per comprimere meglio i testicoli alcuni stringono tra le gambe un pigiama appallottolato o una maglietta.

Alla scoperta di altre zone erogene

Molti uomini mentre si accarezzano il pene eseguono anche una penetrazione anale con una o più dita o con un dildo. Altr si massaggiano la prostata, contribuendo ad aumentare l'eccitazione e l'orgasmo. Ma pochi uomini provano a scoprire l'efficacia delle carezze sul resto del corpo ad esempio sulla pancia, l'interno coscia, il seno, la bocca e le labbra o si abbracciano le spalle. Accanto alla manipolazione manuale del pene è anche possibile provocarne lo sfregamento contro le lenzuola mentre si è coricati a letto, contro un cuscino o con un braccio sotto la pancia. Il vibratore appoggiato sul pene o il getto d'acqua sono altri possibili metodi in grado di favorire la stimolazione.

Imparare a controllare l'eccitazione

Le tecniche che un uomo utilizza per masturbarsi hanno ripercussioni dirette su ciò che potrà vivere durante un rapporto sessuale completo. Ad esempio chi stringe molto forte il pene avrà difficoltà a eiaculare in una vagina di medie dimensioni perché anche se ben lubrificata non è abbastanza serrata. L'abitudine di esercitare fin dall'inizio una serie di movimenti rapidi per far crescere sempre più l'eccitazione non permette di mantenere l'erezione, né di adattarsi al ritmo dell'altra persona.

Piuttosto che cercare di scaricare la pulsione sessuale in modo sistematico all'uomo interessa masturbarsi anche per giocare con la propria eccitazione, per stimolarla e lasciarla andare, per esercitare movimenti lenti che gli permettono di non raggiungere immediatamente l'orgasmo. Se si abitua a dedicare tempo ad ascoltare questa eccitazione e a mantenerla dieci minuti, un quarto d'ora, e perché no anche mezz'ora, il cervello manterrà questa sorta di allenamento e si raggiungerà la capacità di decidere quanto durare.

Più sicuro delle sue possibilità e di se stesso, l'uomo saprà considerare meglio ciò che l'altra persona è in grado e desidera vivere. Tutto ciò che può favorire la durata dell'eccitazione va esplorato con curiosità e pazienza perché non c'è nulla di più traumatico di non saper controllare il proprio piacere.
E se si aspetta di essere in coppia per imparare a farne esperienza si rischia di ritrovarsi in una situazione umiliante dal punto di vista psicologico in cui l'altra persona potrà non dimostrarsi comprensiva. Da soli è possibile dedicare il tempo necessario e ricominciare tutte le volte che si vuole per raggiungere l'obiettivo che ci si è prefissati, senza alcun problema.

Dr. Yves Ferroul

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?