Home  
  
  
    La pillola non riduce la fertilità
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Anticoncezionali e contraccezione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La pillola non riduce la fertilità

L'assunzione della pillola nel lungo periodo riduce le possibilità di rimanere incinta velocemente? Fino a qualche tempo fa era difficile rispondere a questa domanda. Oggi, invece, gli specialisti forniscono precisazioni rassicuranti.

La pillola non riduce la fertilità
© Getty Images

Mentre alcuni studi suggerivano che l'assunzione della pillola nel lungo periodo poteva ostacolare il sopraggiungere di una gravidanza, altri negavano completamente qualsiasi tipo di effetto… Ciò nonostante, circa un terzo delle donne teme ancora di ridurre le possibilità di rimanere incinta assumendo la pillola. Per mettere le cose in chiaro, un'équipe europea ha seguito delle donne che hanno interrotto l'assunzione di contraccettivi orali per rimanere incinte.

Le stesse chance di gravidanza

Tutte le donne partecipavano al programma EURAS-OC (European Active Surveillance Study on Oral Contraceptives), uno studio clinico controllato su un campione di 59.510 utilizzatrici di contraccettivi orali contenenti progestinici in 7 paesi europei. In un'analisi secondaria pianificata, sono stati valutati gli esiti di gravidanza per 2.064 partecipanti allo studio EURAS-OC che avevano deciso di interrompere l'assunzione del contraccettivo orale dopo l'arruolamento nello studio, in seguito alla programmazione di una gravidanza. Queste donne sono state monitorate per un periodo di almeno due anni.
In generale, il 21,1% delle donne che aveva fatto uso in precedenza di contraccettivi orali è rimasta incinta un ciclo dopo l'interruzione del contraccettivo, risultato paragonabile al tasso di gravidanza per ciclo, che oscilla tra il 20 e il 25%. Questo tasso è aumentato fino a 79,4% in 1 anno (13 cicli), anche in questo caso paragonabile a quello delle donne che non assumevano contraccettivi orali.
Il tempo medio di concepimento era di tre mesi: la metà delle donne è rimasta incinta prima e l'altra dopo.

La durata di utilizzo priva di conseguenze

Questo studio permette inoltre di sfatare diversi altri luoghi comuni, come ad esempio il lasso di tempo durante il quale le donne assumono contraccettivi orali, che non ha alcuna conseguenza sulle possibilità di concepimento. Il 79,3% delle donne che ha assunto la pillola per meno di due anni è rimasta incinta nell'arco dell'anno. È il caso dell'81% delle donne che ha fatto ricorso alla pillola per oltre due anni. Ciò significa che non è emersa alcuna differenza significativa, a prescindere dal tipo di ormone contraccettivo utilizzato.
Ulteriore chiarimento: l'utilizzo della pillola non produce alcuna conseguenza sulla fertilità delle donne più anziane di età. Non è stata osservata alcuna differenza tra i tassi di gravidanza tra le donne di età superiore a 35 anni che hanno fatto uso di contraccettivo orale e le altre, come attestano i risultati riportati nella tabella sottostante.

 

Nei 12 cicli successivi all'interruzione della pillola

  Nei 24 cicli successivi all'interruzione della pillola

% di donne dai 25 ai 34 anni rimaste incinte

   dal 70 all'80%

   90%

% di donne dai 35 anni in su rimaste incinte

   62,3%

   77,5%

Questi tassi di concepimento sono paragonabili a quelli delle donne che appartengono allo stesso gruppo di età e che non hanno mai assunto contraccettivi orali.

In conclusione, pare che la pillola non comprometta in alcun modo le possibilità di rimanere incinta. Per saperne di più sulle conseguenze della contraccezione orale nel lungo periodo, consigliamo di (ri)leggere l'articolo "Quindici anni di pillola: quali sono i rischi?"

David Bême

Fonte:
"Past Oral Contraception Use Does Not Negatively Affect Time to Conception" - studio presentato il 7 maggio 2007 in occasione del Congresso americano dell'Ordine dei Medici ostetrici e ginecologi tenutosi a San Diego

Commenta
06/09/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?