Home  
  
  
    Siamo tutte dotate di piacere?
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
L'orgasmo
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Possiamo tutte provare piacere?

Raggiungerlo o meno, questo è spesso il problema principale durante una relazione sessuale. Il piacere, fenomeno psicofisico, non è innato… Facciamo il punto con Marie-Hélène Sourd, psicoterapeuta e coanimatrice di gruppi di donne in materia di femminilità e sessualità.

Siamo tutte dotate di piacere?
© Getty Images

Prima di stimolare la libido, o mirare all’estasi, cominciamo facendo il punto sul piacere e su una nuova rivendicazione sessuale. "Secondo Wilhem Reich, la libido, in quanto energia vitale, circola liberamente nel nostro corpo, procurando una sensazione di benessere", spiega Marie-Hélène.
Le vie del piacere sono innate e multiple, a condizione, ovviamente, di abbandonare le tensioni corporee e tutti i freni psichici che potrebbero impedirci di lasciarci andare.

Senza freni inibitori

"Mi sento combattuta" racconta Angelica, 40 anni. "Non sono sicura di provare piacere" ci confida Lidia, 32 anni". L'accesso alle proprie sensazioni corporee non va da sé. Queste confessioni indicano che alcune donne non riescono a entrare in contatto con il proprio corpo, che non lo conoscono bene", spiega Marie-Hélène Sourd.
Un fatto più comune di quel che si potrebbe pensare, in un’epoca in cui il corpo, totalmente disinibito, sembra occupare il primo posto in scena. La realtà è tutt’altra. La difficoltà viene dalla nostra infanzia. "Se da piccole ci hanno insegnato a reprimere le nostre pulsioni e a escludere qualsiasi tipo di rapporto tra corpo e piacere, ci sono grandi probabilità che una volta adulti il messaggio perduri" svela la psicoterapeuta. Altro ostacolo degno di note, i giudizi che emettiamo continuamente su noi stessi.  "Molte donne sono ancora frenate dalla loro immagine che non sembra corrispondere agli standard mediatici. La maggior parte di loro immagazzina queste immagini e cerca di adattarsi a una norma che di reale ha solo l’immaginazione. Questa ‘super-adattazione’ riaffiora immediatamente al momento dell’atto sessuale e influisce fortemente sulla nostra capacità naturale di godere" afferma Marie-Hélène Sourd.

Conoscersi meglio per accedere al piacere

"Ci si dimentica spesso che l’elemento fondamentale del piacere sta in una migliore conoscenza del proprio corpo e dei suoi desideri" sottolinea Marie-Hélène. Esistono in realtà ancora molti tabù sul corpo in quanto luogo di piacere… Poche donne, per esempio, osano guardare il loro sesso, e meno ancora toccare -con una punta di curiosità- questo tenero oggetto di desiderio, tanto desiderato dagli uomini. La sua raccomandazione: esplorare il proprio piacere, prima ancora di leggere quello che piacerebbe all’uomo. Non è così complicato, basta darsi del tempo per incontrare se stessi, come fossero appuntamenti. L’idea non è quella di provare orgasmi da sole, bensì di connettersi alle proprie sensazioni. Esplorare, osare, toccarsi, accarezzarsi, scoprire le porte del proprio piacere, questo si apprende, da sole, come in coppia!

1 Siamo tutte dotate di piacere? - continua ►

Commenta
28/07/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?