Home  
  
  
    La durata del sesso
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Alla scoperta del piacere
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La durata dei rapporti sessuali

Sesso: non si parla d'altro, come se fosse proprio questo aspetto a scandire tutte le nostre relazioni. Tuttavia, i dati sulla durata dei rapporti sessuali sono sconcertanti: 7,3 minuti. Sulla scia di questa rivelazione, Doctissimo propone le riflessioni del Dr. Sylvain Mimoun.

La durata del sesso
© Getty Images

7,3 minuti: è questa la durata media di un rapporto sessuale. Un record stabilito da un medico americano, il Dr. Irwin Goldstein, nel 2005. Per rapporto sessuale intendiamo, ovviamente, il tempo che intercorre tra la penetrazione e l'eiaculazione. Qualche anno più tardi, nel 2008, un altro medico, il Dr. Eric Corty, professore all'Università di Penne State Erie, The Brehend College, e Jenay Guardiani avviano un nuovo studio, questa volta sulla durata ideale di un rapporto sessuale. Anche in questo caso i dati sono sconcertanti: da 3 a 7 minuti i due partner sarebbero soddisfatti, mentre da 7 a 13 minuti sarebbero completamente appagati. Dopo questa soglia di tempo i due partner si annoiebbero! Il Dr. Mimoun ci presenta le sue riflessioni sull'argomento.

La durata dell'atto

In realtà, nella "vita vera", sono poche le coppie a interrogarsi sulla durata dei loro rapporti sessuali. "È un argomento che si affronta quando si presenta un problema", dichiara il Dr. Sylvain Mimoun. L'argomento è principalmente correlato all'eiaculazione precoce, e ha dato origine a diversi studi (2007/2012). Veniva diagnosticato "precoce", un uomo il cui coito avveniva in meno di due minuti. Oggi il tempo è sceso a un minuto. All'inverso, ci sono uomini che soffrono di eiaculazione "ritardata", con coiti di diverse decine di minuti e questo, non per mancanza di piacere, ma per la difficoltà di raggiungere l'orgasmo. Per gli altri, come dimostrano gli studi, il dato più ricorrente è di 7,3 minuti.

Questi dati mettono al centro la sessualità maschile, perché si tratta proprio del tempo in cui avviene l'erezione/eiaculazione. Per intenderci, è l'uomo che scandisce il ritmo del rapporto sessuale; questo dato dipende essenzialmente dalla capacità dell'uomo di gestire la propria eccitazione. "Tutto è riconducibile alla capacità del maschio di lasciarsi trasportare o meno dalla sua eccitazione", conclude il Dr. Mimoun. Più che di una tempistica normale, l'esperto segnala che ciò che occorre notare è il livello di soddisfazione (o meno) rispetto a questa durata. Una valutazione che spetta alle donne.

I tempi degli uomini e delle donne

7,3 minuti. È indubbio: il tempo del rapporto sessuale è decisamente molto breve se paragonato a quello che trascorriamo al lavoro, che dedichiamo alla spesa, alle faccende domestiche, a cucinare e a divertirci... Un dato ancora più sconvolgente tanto più che attorno al sesso si fa un gran parlare… e tutto questo solo per 7,3 minuti? Tanto più che dopo 13 minuti ci si annoia! "In realtà, non è il tempo oggettivo che conta, con la nozione di breve o di lungo, ma il tempo soggettivo", precisa il Dr. Mimoun. Se la partner raggiunge l'orgasmo sarà soddisfatta a prescindere che il rapporto duri 3 o 7 minuti.

Ciò che entra in gioco dietro il concetto dei 7 minuti sono ancora una volta le differenze che caratterizzano da sempre i due sessi. I tempi dell'uomo sono diversi da quelli delle donne (si sapeva già), ma da un punto di vista sessuale, questa differenza risulta forse ancora più marcata. Il fatto che la donna abbia bisogno di più tempo per accedere al piacere e all'orgasmo non è più un segreto. Questo dato potrebbe giustificare una certa insoddisfazione da parte delle donne... e come potrebbe essere altrimenti?

Come durare di più?

Per conciliare i tempi dell'uomo con quelli della donna esistono diverse possibilità. A cominciare da una migliore gestione dell'eccitazione da parte dell'uomo. Concentrandosi maggiormente sulle sensazioni prodotte dalle sue zone erogene, più che genitali, può riuscirci. Peraltro, il fatto stesso di dare piacere e di riceverlo permette all'uomo di essere meno travolto dall'eccitazione. Infine, altro fattore importante, un rapporto sessuale non si limita alla penetrazione. La maggior parte delle donne considera parte integrante del rapporto sessuale i famosi preliminari. "Se questa fase assolve davvero alla propria funzione, che è quella di far aumentare il desiderio e di preparare il corpo al godimento, allora i famosi 7 minuti di puro "coito" possono bastare", spiega l'esperto. Ma anche in questo caso la durata è diversa: laddove un uomo pensa in termini di 5 minuti al massimo, la donna fantastica su una durata di 20 minuti, in cui la penetrazione è accompagnata, perché no, da carezze e da altri giochi erotici…

Sesso, gioco o noia?

Un altro dato sorprendente: la durata oltre la quale ci si inizia ad annoiare. 13 minuti! Forse perché il coito, nella sua forma "classica" di va e vieni viene percepito come monotono e quindi, se prolungato, finisce per risultare poco interessante. "Il segreto è divertirsi!", dichiara il Dr. Mimoun. In fondo, la posta in gioco che si cela dietro la sessualità non ha nulla a che vedere con le prestazioni, né con la corsa per raggiungere l'orgasmo. Ciò che conta non è la durata e tanto meno una conoscenza approfondita delle posizioni del Kamasutra (da un punto di vista meccanico), quanto piuttosto il gioco e il piacere. Pare che a questo proposito ci sia ancora molta strada da fare… Ma nulla ci vieta di iniziare subito. Allora cosa aspetti a sperimentare del quick-sexe nella toilette di un ristorante a 5 stelle e a trascorrere lunghe serate con il tuo/la tua partner a cospargervi di panna montata e a degustare ombelico, dita dei piedi e parti intime, tra le lenzuola? Un ultimo consiglio: non guardare l'orologio!

Catherine Maillard

Fonti
Corty, E. W. and Guardiani, J. M. (2008), Canadian and American Sex Therapists' Perceptions of Normal and Abnormal Ejaculatory Latencies: How Long Should Intercourse Last?. Journal of Sexual Medicine, 5: 1251-1256.

Commenta
05/12/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?