Home  
  
  
    Sesso: le scuse per non farlo
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Alla scoperta del piacere
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Le scuse per non fare sesso

Stanca, raffreddata, sonnolente, pensierosa, stressata: non ti è mai capitato di inventare una scusa pur di mettere a freno la passione di un amante voglioso? Più il partner incalza, più le scuse diventano stravaganti. Doctissimo ti suggerisce la maniera più elegante e poco banale per dire: “No, grazie, stasera non ho voglia”.

Sesso: le scuse per non farlo
© Getty Images

Se proprio non hai voglia di intimità e non vuoi offendere il tuo partner, meglio ricorrere a una mezza verità. Chiarito che mal di testa e stanchezza accomunano l’uomo e la donna nell’arte di dire bugie a letto, vi sono altre scuse abbastanza reali da utilizzare per evitare di giungere svogliatamente al momento clou.

Le scuse delle donne

Se un tempo la donna si appellava alle fatidiche mestruazioni e di fronte a tale stato fisico,  nessun uomo osava controbattere e rimaneva inerme di fronte a tale dato di fatto; oggi la scusa non regge più: i signori maschietti hanno capito che è impossibile avere il ciclo ogni settimana. Così, sfatato il mito del ciclo a convenienza, ne viene meno un altro: “Ho dimenticato di prendere la pillola”, la risposta risiede in altri metodi contraccettivi. Inutile allora ripiegare su sorelle/fratelli/suoceri/genitori nella stanza a fianco, sarebbe come interrompere un rapporto fisico solo perché il cane ti fissa… Tra le scuse migliori delle donne, troviamo:

  • Mancata depilazione: “Non ho fatto la ceretta, mi vergogno.”
  • Appetito: “Non ho energia, ho mangiato così poco oggi./ Mi sono abbuffata, non sfiorarmi!”
  • L’ovulazione: “Sono al 14°giorno, è pericoloso, potrei rimanere incinta!”
  • Malattie veneree e infiammatorie: “Ho la candida, che fastidio!”
  • L’umore: “Non sono dell’umore giusto!”
  • L’attesa aumenta il desiderio: “Aspetta e sarai ricompensato!”
  • Il parrucchiere: “Ho fatto la piega, non vorrai mica sgualcirla?”
  • Vita familiare: “Ci sono i bambini di là, potrebbero sentirci.”
  • Le amiche: “Devo scappare, le mie amiche mi stanno aspettando!”
  • Stato fisico: “Mi sento gonfia!”

Il sondaggio inglese

Secondo un sondaggio realizzato dal sito britannico OnePoll.com e condotto su un campione di 4.000 intervistati, nel Regno Unito tra le scuse più gettonate per non fare l’amore figurano stanchezza e mancanza di desiderio, con sette intervistati su dieci che hanno ammesso di arrivare troppo stanchi la sera per darsi alle gioie del sesso. Il sempreverde “mal di testa” si piazza “solo” al terzo posto della classifica, utilizzato dal 27% dei maschi (1). Situazione analoga in Italia dove la crisi e lo stress uccidono la libido. E quando il pensiero delle rate del mutuo e le bollette accompagnano l’uomo fin in camera da letto, la bugia è necessaria e un uomo su cinque vi ricorre abitualmente.

Le dieci scuse per non fare sesso

Le dieci scuse più utilizzate per non fare sesso sono a tratti scontate e banali. Scuse diffuse che giustificano la nascita di stereotipi quali il mal di testa e gli acciacchi fisici improvvisi.

  1. Sono stanco/stanca.
  2. Non ho voglia.
  3. Ho mal di testa.
  4. Devo alzarmi presto domani.
  5. Sono preoccupato/preoccupata per questioni di lavoro.
  6. Mi innervosisci.
  7. Ho sentito il bambino agitarsi.
  8. Dovresti farti una doccia.
  9. Ho mal di schiena.
  10. Non ci conosciamo abbastanza.

Anche gli uomini dicono le balle

Se eravamo abituate a donne pronte a menzogne a fin di bene, a sorpresa scopriamo un universo maschile sempre più disposto a bruciare calorie davanti a una partita alla playstation che non con la propria donna. Ecco alcuni esempi del giustificazionismo maschile:

  •  La squadra del cuore: “Oggi gioca la Juve!”
  • Avere sonno: “Scusa, amore, ho troppo sonno stanotte.”
  • L’insonnia: “Se mi ecciti, non riuscirò a prender sonno!”
  • Fingere di dormire già.
  • La fretta: “Perdonami, sono di corsa.”
  • Il cibo: “Tutta colpa delle tua cena, mi è rimasta sullo stomaco!”
  • La contraccezione: “Ho finito i preservativi!”
  • Il lavoro: “Lavoro troppo in questo periodo”.
  • I malanni delle 4 stagioni: “Sto male!”
  • Il risveglio: “Devo alzarmi presto domani!”

Casual sex: sesso al primo appuntamento?

Se al momento di passare ai fatti, l’uomo si tira indietro, per farlo deve avere le sue buone ragioni. Ecco che d’incanto fioccano stati sentimentali finti: “Sono fidanzato”, “Sto per sposarmi”, “Siamo in crisi ma non mi sento di tradirla, è una così brava persona”. Se di fronte avete una donna agguerrita e pronta a passare anche sul corpo della tua fantomatica compagna (vera o finta che sia), beh, la scusa più efficace? La terribile confessione: “Sono gay”, di fronte a un outing del genere, la spasimante si metterà il cuore in pace. La donna, invece, potrà giocare la carta della verginità e rincarare la dose con la clausola “fino al matrimonio”. Bisogna, però, essere credibili e non aver già fatto sesso con lui o con uno dei suoi amici. Se invece, per qualche miracoloso scrupolo di coscienza, deciderete di essere sinceri, basterà dire: “No, guarda, non mi va di farlo, ci siamo appena conosciuti!”. Attenzione dietro al “non ho preservativi” la verità potrebbe essere tutt’altra: “Ne ho sempre due o tre dietro, ma oggi non sono psicologicamente/ fisicamente pronto!”.

Chi è più bugiardo a letto?

Nel campionato delle scuse, stando all’indagine di OnePoll, vincono gli uomini ma il primato della creatività va alle donne. Il 27% degli uomini intervistati ha ammesso di inventare scuse per sottrarsi all’amplesso amoroso a dispetto del “misero” 18% femminile. La situazione cambia in suolo francese, dove uno studio realizzato dall’Institut Lilly e Ifop nel 2010, ha rivelato che circa un quarto dei francesi, ben il 24%, inventa scuse pur di non fare sesso; le donne, a sorpresa, pare abbiano il naso più lungo: il 33% di loro rispetto al 15% degli uomini dice menzogne. A unire i due sondaggi, un’amara conclusione: in Inghilterra un uomo su tre ha affermato di non avere più voglia della propria compagna e una donna su cinque è già stanca del proprio partner. In Francia la situazione è più critica: un intervistato su due, il 49%, ha ammesso che la scusa è legata a una seria e minacciosa mancanza di desiderio. Un problema più femminile (53% delle donne contro il 44% degli uomini) che maschile. Ricordiamoci, infine, che le donne sono anche le maestre indiscusse in un’altra occasione: fingere l’orgasmo, cosa che raramente riesce al partner.

Aldilà dei pretesti per non farlo, il suggerimento è uno: evita le bugie; se proprio non hai voglia, parlane con la tua metà che sarà comprensiva e magari si impegnerà per fare in modo che situazioni del genere non si ripetano.

In fondo nella coppia, se il tuo lui o la tua lei ti fa perdere la testa, non servono scuse. Come dire, meno scuse, più sesso ma se proprio devi dire una bugia, allora dilla grossa e aguzza l’ingegno!

 

Fonti:

  1. http://www.onepoll.com/press-archive/excuse-to-avoid-sex-Im-too-tired
  2. https://www.institutlilly.com/institutlilly/presentation/nos_engagements.cfm

Commenta
23/04/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?