Home  
  
  
    Domande al femminile
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Alla scoperta del piacere
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Sesso: dubbi al femminile

"Non amo la fellatio: posso rifiutare questo piacere al mio uomo?", "Non provo più desiderio, cosa devo fare?", "Sono un tipo clitorideo o vaginale?"… Sono molte le domande che ti poni sulla tua sessualità? Tu chiedi… e il sessuologo di Doctissimo risponde.

Domande al femminile
© Getty Images

1 – Il mio uomo mi chiede regolarmente una fellatio, ma a me non piace. Ho fatto l’errore di accettare una volta, e da allora lui lo considera come un fatto dovuto: sono la sua compagna e quindi non posso rifiutargli questo piacere! Cosa devo fare?

La sessualità non può essere esercitata nella costrizione: il tuo partner di certo pensa di portarti ad amare come lui il piacere dei rapporti orali, ma si sbaglia! È il disgusto ad amplificarsi: c’è il rischio che la vostra relazione si deteriori e che tu possa arrivare a respingere in blocco i rapporti sessuali con lui.

Non sembri convinta di rifiutare questo piacere, come se dessi per scontato che lui ha un potere assoluto su di te e può imporre solo il suo desiderio! Invece è nella condivisione e nella comunicazione che il piacere sessuale può realmente realizzarsi, soddisfacendo entrambi i partner. La stessa questione si pone con la sodomia, richiesta da alcuni e respinta da altri. 

2 – Dopo la nascita del nostro bambino non ho più desiderio sessuale, ho ripreso a lavorare e ho in testa una cosa sola: dormire! Ma il mio partner la vede diversamente…: reclama dei rapporti sessuali e dice che non lo amo più. Cosa devo fare?

L’arrivo di un bambino cambia la relazione di coppia: a volte è difficile per ciascuno dei due adattarsi alla nuova situazione. I due partner non sono più soli… Spesso la mamma è completamente assorbita dalla nuova responsabilità e dalle cure al bambino: il tempo da dedicare al proprio piacere e alla sessualità passa in secondo piano. Il papà, dal canto suo, si sente abbandonato: tutto l’amore della partner va al nuovo venuto, e lui interpreta la mancanza di desiderio sessuale della sua donna come una mancanza d’amore per lui! Di colpo, si sente rifiutato, e il problema rischia di inasprirsi perché il suo atteggiamento non è adeguato per rinnovare l’intesa tra i corpi. Dovrebbe farle la corte, e invece… la rimprovera, si lamenta, è aggressivo! La coppia può uscire da questa impasse grazie al dialogo, e l’uomo deve esprimere il suo malessere con parole semplici, senza aggressività; la donna potrà allora rassicurarla sul suo amore. E se davvero la situazione non migliora, è il caso di pensare all’aiuto di un sessuologo. 

3 –Per quanto tempo un uomo può restare senza rapporti sessuali?

Esattamente come una donna…ovvero a lungo. Alcune donne credono che il loro partner non potrebbe sopravvivere alla mancanza di rapporti sessuali, ma in realtà non è affatto vero. Ovviamente gli uomini vivono molto male questa frustrazione, ma non si ammalano per questo! La cosa che li tormenta di più è il fatto di perdere l’intimità con la loro partner, temono di non essere più amati, di non avere più il loro posto privilegiato. Condividere altre attività oltre al sesso permetterà alla coppia di trascorrere meglio il periodo di astinenza. 

4 – Sono un po’ formosa e non amo il mio corpo; il mio ragazzo dice che mi ama come sono ma io penso che lo dica per farmi piacere. Come faccio a fagli capire che finché ho dei chili di troppo non potrò vivere una vita sessuale appagante?

Sei molto critica nei confronti del tuo corpo, che probabilmente non corrisponde ai canoni estetici della nostra società attuale, ma quando il tuo partner ti guarda non valuta la tua conformità agli standard! Ti vede con gli occhi dell’amore e del piacere. Perché non dovresti credergli quando ti dice che apprezza il tuo corpo com’è? Perché non cerchi di pensarla come lui? E anche se continui a essere convinta che il tuo corpo non è "esteticamente perfetto", forse nei momenti di intimità puoi accettare di godere delle sensazioni che lui ti offre. 

5 – Il mio partner passa il suo tempo su internet, discute con altre donne e va anche su siti porno. Lui mi dice che è un fatto normale e senza conseguenze sulla nostra relazione di coppia, ma io vivo molto male questa situazione. Esiste una soluzion

Tu vivi male l’attrazione del tuo partner nei confronti di una sessualità e di incontri da cui sei esclusa, ma che per lui rappresentano solo qualcosa di "virtuale" e quindi senza conseguenze. È importante che tu riesca a comunicargli il tuo malessere. Perché ha bisogno di questa vita parallela su internet? Forse non lo sa nemmeno lui: forse cerca una sessualità che non può esprimere all’interno della coppia? Forse ha delle difficoltà a comunicare con te? L’importante è che riusciate a parlarne e a trovare un terreno d’intesa su questo problema che ti tormenta. 

6 - Stiamo insieme da quindici anni e abbiamo rapporti sessuali regolari, ma sono stufa di continuare a ripetergli che vorrei più tenerezza e più carezze, tanto non mi ascolta. Nonostante varie discussioni al riguardo, le cose non cambiano. Cosa poss

Tuo marito fa fatica cambiare le sue abitudini, ma a tua volta tu sembri piuttosto passiva! Perché non gli proponi delle novità? Se prendi tu l’iniziativa di accarezzarlo, ci prenderà gusto e capirà meglio le tue esigenze; potresti anche suggerire nuove posizioni. Cambiare dopo tanti anni, comunque, non è sempre facile: consultare un sessuologo può aiutarti a vincere la routine e ad accogliere il nuovo! 

7 – Sono clitoridea o vaginale?

Ecco una domanda che dovrebbe gradualmente sparire dalla bocca delle donne! Tutte, infatti, sono sia clitoridee sia vaginali, e questa distinzione non ha molto senso. La donna possiede due zone particolarmente sensibili: il clitoride e la vagina. La particolarità di queste parti del corpo consiste nel fatto che la stimolazione accentua l’eccitazione sessuale e può scatenare la reazione dell’orgasmo. Ovviamente alcune donne preferiscono questa carezza o quella, e altre possono raggiungere più facilmente l’orgasmo attraverso la stimolazione di una zona o dell’altra, ma per molte si tratta di un tutt’uno. Se anche hai delle preferenze, cerca quindi di non lasciarti sfuggire nessuna delle sensazioni che il tuo corpo ti può offrire!

8 – Provo sempre dolore durante la penetrazione: il medico mi ha consigliato di usare un lubrificante, ma questa soluzione non mi soddisfa. Qual è la causa di questo dolore?

Sono due le principali cause di dolore durante la penetrazione vaginale: la contrazione involontaria dei muscoli perineali o una ridotta lubrificazione vaginale. Se hai l’impressione che la tua vagina sia troppo stretta e contratta, dovrai consultare un sessuologo: un percorso di sessoterapia o di psicoterapia dovrebbe aiutarti a risolvere il problema. La mancanza di lubrificazione sessuale è legata all’eccitazione sessuale: i preliminari dovrebbe permetterti di rilassarti e provocare dell’eccitazione. Quindi non c’è bisogno di lubrificante, ma prenditi il tempo per preludi intensi e fantasiosi…  

9 – Ho il seno piccolo: non potrò mai rendere felice un uomo. Devo farmi operare?

Secondo te agli uomini piace solo il seno "grosso"? Come in tutti i campi, ognuno ha i suoi gusti: alcuni trovano più seducente una donna con il seno piccolo, mentre altri sono attirati dal seno più voluminoso, ma il grado di femminilità e di sensualità non è in funzione della taglia del seno! Se decidi di ricorrere alla chirurgia, sappi che ciò non cambierà affatto la tua vita amorosa.

10 – Prendo la pillola da un anno, e da allora ho un calo del desiderio sessuale. Devo smettere di prenderla?

L'azione degli ormoni sulla sessualità, e in particolare sul desiderio sessuale, è attualmente molto controversa: i risultati degli studi finalizzati a dimostrare l’effetto deleterio degli estroprogestinici sul desiderio sessuale sono infatti contradditori. Non si può quindi affermare che la pillola sia responsabile. Parlane con il tuo medico: forse è possibile cambiare metodo contraccettivo. Non dimenticare inoltre che un desiderio inconscio di gravidanza può giocare un ruolo nella tua mancanza di desiderio.  

Dott.ssa Agnès Mocquard

Commenta
03/01/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?