Home  
  
  
    10 consigli per vivere bene il ciclo mestruale
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Sesso e giovani
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

10 consigli per vivere bene il ciclo mestruale

Prima causa di assenteismo a scuola e sul posto di lavoro, le mestruazioni sono spesso vissute dalle ragazze e dalle donne come una vera tortura mensile a cui è difficile sfuggire. 10 consigli per aiutarti a vivere al meglio quei giorni.

10 consigli per vivere bene il ciclo mestruale
© Getty Images

1 – Le prime mestruazioni originano spesso inquietudine nelle adolescenti. Ma stai tranquilla, non hai nulla da temere. Tra i dieci e i sedici anni, quando il tuo corpo sarà pronto, vedrai comparire alcune macchie rosacee o scure sulla tua mutandina. Non cercare di nascondere questo episodio perché non è nulla di sporco o di cui vergognarsi. Parlane con tua mamma o a tua sorella maggiore: vedrai che sapranno darti buoni consigli.

2 – Se le mestruazioni compaiono, in media, a 13 anni, alcune ragazzine le sperimentano già all'età di 10 anni, mentre altre a 17. Nulla di tutto questo è anormale. Le prime mestruazioni sopraggiungono da uno a quattro anni (due anni in media) dopo la comparsa della prima gemma mammaria. Se tardassero a comparire, puoi richiedere un'ecografia pelvica per assicurarti della buona conformazione di utero e ovaie.

3 – Nonostante si creda che il flusso mestruale sia cospicuo, su una media di 85 ml di liquido che scorre, la quantità di sangue perso è di circa 35 ml. Il sangue si rinnova, poi, molto rapidamente nel corpo. Ma se ti sembra che il flusso di sangue è troppo abbondante e fastidioso, rivolgiti al tuo ginecologo: all'occorrenza, può prescriverti una pillola contraccettiva per regolare il flusso.

4 – I cicli femminili durano in media 28 giorni; per conoscere la data delle mestruazioni successive al ciclo appena concluso, è consigliabile annotare la data in cui ha avuto inizio la mestruazione nel mese in corso; tuttavia, per una ragazza, il calendario del ciclo mestruale è irregolare dal primo al terzo anno dalla sua comparsa: la mestruazione è instabile perché il ciclo ovulatorio è ancora in fase di rodaggio. Per non rischiare di macchiare gli indumenti in caso di arrivo inaspettato del ciclo, ti consigliamo di portare sempre con te un assorbente di riserva.

5 – In caso di rapporto sessuale senza protezione e se hai notato un ritardo del ciclo, fai immediatamente un test di gravidanza. I test venduti in farmacia sono affidabili al 99%. Possono essere utilizzati a partire dal giorno presunto di arrivo delle mestruazioni o persino tre giorni prima per i test più efficaci.

6 – Le mestruazioni non sono sporche, ma al contatto con l'aria il sangue assume un odore sgradevole: occorre, quindi, detergersi regolarmente e con cura diverse volte al giorno. Se non si sceglie attentamente la protezione da utilizzare in quei giorni e se non la si cambia spesso, il sangue rischia di macchiare la mutandina. Nel caso in cui utilizzi assorbenti igienici o tamponi, sostituiscili con regolarità per mantenerti sempre asciutta.

7 – Alcuni giorni prima dell'arrivo delle mestruazioni ci si sente, a volte, irritabili o depresse: questo è uno dei sintomi della cosiddetta "sindrome premestruale". È possibile che la pancia si gonfi e il seno diventi più sensibile del solito, addirittura doloroso. La sindrome premestruale è certamente fastidiosa, ma non può essere considerata per questa ragione una malattia grave. Pertanto, sarà necessario ricorrere alla prescrizione di farmaci quando le semplici regole di igiene di vita si saranno rivelate sufficienti a rendere tollerabile questa sindrome. In primo luogo, fai attenzione a ciò che mangi in quei giorni: cerca di evitare piatti molto salati, che favoriscono la ritenzione idrica. e limita il consumo di caffé e di tè, che possono aumentare le reazioni di irritabilità. Infine, un sonno sufficiente e una moderata attività fisica regolare ti eviteranno molti spiacevoli inconvenienti.

8 – Alcune donne avvertono molto dolore o crampi alla schiena durante le mestruazioni: questo fenomeno è causato dalle contrazioni dell'utero. È possibile alleviare questi dolori assumendo del paracetamolo o degli antidolorifici. Attenzione: evita l'assunzione di aspirina perché è un fluidificante del sangue. Se i dolori sono troppo intensi, parlane al tuo ginecologo. Puoi anche utilizzare alcuni semplici rimedi come un bagno caldo, una borsa di acqua calda sulla pancia e imparare a rilassarti: più sei tesa e ti contrai, più il dolore aumenta.

9 – Il fatto che hai le mestruazioni non è una buona ragione per non muoverti. A meno che tu non abbia molto male alla pancia, puoi partecipare al consueto corso di ginnastica a cui sei iscritta e puoi anche andare in piscina se te la senti. Ricordati solo di cambiare l'assorbente prima dell'inizio del corso.

10 – Nessuno può accorgersi che in quei giorni hai il ciclo, a meno che non sia tu a parlarne apertamente o a mostrarne i segni assumendo un'aria afflitta da martire. Impara a prevederne l'arrivo e a conviverci, piuttosto che a subirle lasciando che il corpo prenda il sopravvento su di te e ti domini. Oggi, è ormai risaputo che tutte le credenze che circolano sull'impurità delle donne nel periodo mestruale sono solo superstizioni e che per questa ragione la donna non ha alcun motivo di sentirsi invalidata da questi sanguinamenti mensili.


Marianne Chouchan

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?