Home  
  
  
    Prima volta: intervista all'esperto
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Sesso e giovani
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La prima volta – Intervista alla Dott.ssa Isola, Sessuologa

Il momento del primo rapporto sessuale viene vissuto con grandi sentimenti di attesa, ansia, paura e viene investito di grandi aspettative. Per rispondere alle tante domande che ci poniamo prima di deciderci, abbiamo intervistato la dott.ssa Isola, psicoterapeuta e sessuologa clinica.

Prima volta: intervista all'esperto
© Getty Images

Doctissimo: Che cosa si intende esattamente per "prima volta"?

Dott.ssa Isola: La dicitura “prima volta” viene utilizzata solitamente per intendere il primo rapporto sessuale a penetrazione vaginale.

Ritengo importante iniziare con questa precisazione per abituarci a definire con chiarezza ciò di cui stiamo parlando evitando così fraintendimenti e malintesi che, nell’ambito della sessualità, sono all’ordine del giorno.

Doctissimo: Perché la prima volta è così importante?

Il momento del primo rapporto sessuale viene vissuto con grandi sentimenti di attesa, ansia, paura e viene investito di grandi aspettative. Molte volte può anche venir considerato un fastidioso fardello del quale sbarazzarsi per sentirsi finalmente “grandi” o “uguali agli altri”. Forti tensioni personali vengono quindi causate da una grande attenzione sociale a questo fatidico momento.

Vi ricordo, quindi, che la sessualità è una questione assolutamente privata che in maniera illecita viene indagata dagli altri. Quello che ognuno fa nel privato è, appunto, un affare privato e a domande in merito è chiaro che non si è tenuti a rispondere o dare spiegazioni.

La vita sessuale deve essere felice, appagante e costruttiva, ciascuno deve prima ascoltare sé stesso, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri disagi, le proprie paure e rispettarli.

La persona che prova per noi un autentico sentimento di affetto non ci dirà “se mi ami, lo fai” ma piuttosto, “se mi ami mi dirai sinceramente cosa provi e se sei realmente convinto/a che sia la cosa giusta da fare per entrambi”.

Doctissimo: Quanto conta il cervello?

Il cervello è il primo organo sessuale ed influenza moltissimo anche le nostre percezioni corporee.

Un bacio può essere un’esperienza meravigliosa, indifferente o, addirittura, spiacevole indipendentemente dall’atto fisico in sé, ma in base ad una serie di altri fattori squisitamente psicologici (es. vogliamo quel bacio? Ci piace la persona che stiamo baciando? Siamo in un luogo che ci mette a nostro agio? ecc).

Questo piccolo esempio ci serve per sottolineare l’importanza del nostro “atteggiamento mentale” sulla piacevolezza dei contatti fisici e ci serve a chiedersi come abbassare l’ansia.

Doctissimo: Perché spesso si teme questa “prima volta”? Come superare la paura?

La paura della prima volta è uno dei problemi che più spesso ci si trova ad affrontare e per il quale si chiedono delle strategie di gestione.

Prima di tutto è importante avere un rapporto con il partner di intimità e fiducia, un rapporto all’interno del quale si ritenga possibile dire anche all’ultimo momento “non me la sento”.

Un altro punto importante è legato al confrontarsi con il partner sui propri desideri, i propri dubbi, le perplessità e le paure: se il nostro/a compagno/a sa come ci sentiamo avrà maggiori possibilità di sapere come fare per tranquillizzarci ed aiutarci a rilassarci.

Altro punto importante è avere deciso insieme che tipo di contraccezione usare ed essere sicuri che il metodo contraccettivo scelto venga usato correttamente. Sicuramente quando si tratta di persone giovani, il contraccettivo migliore è il preservativo che consente di proteggersi da gravidanze indesiderate e da malattie sessualmente trasmissibili.

Doctissimo: Perché la prima volta viene spesso associata a un dolore fisico nelle ragazze? Perché fa male?

La sessualità prevede il raggiungimento del piacere e non il dolore.

In merito a questo punto è importante precisare che l’imene (la membrana posta all’ingresso della vagina) è elastica, poco innervata e poco irrorata e spesso ha forma anulare o settata (come le narici) e quindi al primo rapporto sessuale spesso non si modifica assolutamente e, anche nel caso in cui si modifichi, produce un dolore simile ad un pizzicotto con perdite di poco sangue rosato.

Molto più frequentemente il dolore al primo rapporto sessuale è dato da una mancanza di attenzione ai tempi dell’eccitazione.

I ragazzi raggiungono un’erezione sufficiente per consentire la penetrazione in un tempo abbastanza breve, mentre le ragazze per raggiungere una lubrificazione, dilatazione ed allungamento vaginale sufficiente per consentire una penetrazione piacevole e non dolorosa hanno bisogno di un po’ più di tempo e di essere maggiormente stimolate, qui quindi i preliminari sono molto importanti.

Commenta
04/11/2016

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?