Home  
  
  
    Sesso, sogni e fantasie
Cerca

Alla scoperta del piacere
Kamasutra
  • Tutte le posizioni
Sogni erotici e fantasie sessuali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Sesso, sogni e fantasie

Vestita da amazzone, fai l’amore in modo selvaggio con Brad Pitt… finché non suona la sveglia che ti riporta bruscamente alla realtà. Come si costruiscono i sogni erotici? Come decifrarli? Un tuffo nel cuore di questo mondo onirico.

Sesso, sogni e fantasie
© Getty Images

Il sonno si scompone in cicli di 90 minuti, ognuno dei quali comprende una fase di sonno lento e una di sonno paradosso. È durante quest’ultima fase, della durata di circa venti minuti, che compaiono i sogni. Così sogniamo in media 5 -6 volte per notte.

Un mondo onirico senza tabù

Il sonno paradosso si accompagna a una fase di eccitazione che si traduce con un’erezione nell’uomo e un turgore del clitoride nella donna. Questo vigore notturno, però, non è necessariamente correlato a sogni erotici, è prima di tutto fisiologico.

Durante un sogno, l’inconscio si sbarazza senza difficoltà della morale e dell’educazione. Il più pudico si esibirà in pubblico, il più timido si rivelerà un impertinente adulatore, la donna-bambina diventerà femme-fatale, il più moralista si dedicherà a orge degne dell’antica Roma… Nel paese di Morfeo i tabù non esistono, oppure sono declassati al rango di metafora. Al suo risveglio, il sognatore potrà sentirsi turbato da questa “via regale verso l’inconscio”, secondo Freud. O avrà dimenticato il contenuto del suo sogno, oppure lo avrà più o meno consciamente edulcorato per non sconvolgere la sua morale.

Secondo alcuni psichiatri, i sogni sarebbero anche una valvola attraverso cui liberare la nostra energia libidinosa, perseguitata per natura dalla società. Questa possibilità di decompressione consentirebbe così un certo equilibrio. Partendo da questa teoria, non fare mai sogni erotici può essere considerato strano almeno quanto fare questo genere di sogni…

I sogni consentono di capirsi meglio

Liberati dai divieti, i nostri sogni farebbero quindi una gara di audacia per esprimere i nostri veri desideri? Questi sogni avrebbero per vocazione quella di svelare le nostre pulsioni naturali uccise dal nostro super-io? Alcuni psichiatri ritengono che i sogni permettano di conoscerci meglio di quanto la nostra coscienza saprebbe esprimere.

Questa ipotesi trova talvolta conferme piuttosto sorprendenti. Diversi studi riportano il caso di donne frigide o uomini impotenti che, provando in sogno l’orgasmo, hanno avuto il coraggio di consultare un terapeuta per concretizzare, nella realtà questa volta, il piacere carnale.

In caso di sogni erotici ricorrenti, il nostro inconscio tenta forse di mettere in risalto delle “mancanze”? Psicanalista e autore di diverse opere sui sogni, Tristan-Frédéric Moir distingue a questo proposito due tipi di sogni erotici: “Quando si tratta di un sogno con penetrazione, si tratta di una mancanza. La libido non è completamente soddisfatta e la persona sente il bisogno di rapporti più appaganti o più numerosi. È un fenomeno di compensazione. Spesso, però, si tratta di sogni erotici “soft”: incontri, avvinghiamenti, baci…

In questo caso sono sogni che traducono benessere, con gli altri, ma anche con se stessi perché, spesso, la persona con cui si è nel sogno è una rappresentazione di se stessi. Per esempio, un uomo che sogna di essere tra le braccia di una sconosciuta è in armonia con il suo lato femminile. Questi sogni traducono una fusione interiore”.

Eros: non avere paura dei sogni!

Attenzione però a non confondere i tuoi sogni con i tuoi desideri! Non è perché sogni di andare a letto con l’idraulico che occorrerà rimandare in continuazione la riparazione di quella perdita, per paura di cedere ai tuoi impulsi. Analogamente, se sogni un rapporto con qualcuno dello stesso sesso, non vuol dire che tu sta reprimendo la tua omosessualità…

I sogni non sono messaggi da prendere alla lettera. A volte, tuttavia, possono fornirci informazioni sulla nostra sessualità e svelarci alcuni freni inibitori. Ma bisogna saperli interpretare. E, a questo proposito, ognuno di noi possiede nel suo vissuto significati propri relativi ai suoi sogni.

Non vedere cose che non esistono nelle tue evasioni immaginarie dagli smarrimenti inconfessabili. Il mondo onirico non ha le stesse regole del mondo reale, è poco probabile che traducano una vera perversione.

Ma questa immersione nel mondo onirico può a volte portarti a riflettere sulla tua vita sessuale, a smascherare alcuni blocchi per potertene liberare meglio. Senza darti la “chiave dei sogni”, ti invitiamo ad approfittare del tuo inconscio per migliorare il tuo quotidiano.

David Bême

Commenta
17/07/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?